MENU
Piazza Carignano

24 ore in piazza Carignano!

Piazza Carignano

Una delle mie piazze preferite? Piazza Carignano, da sempre. Per me un vero e proprio gioiello di un valore inestimabile per il patrimonio che timidamente custodisce. Chi si trova ad attraversarla (a meno che non sia un torinese e sempre se… ) sono sicura che non si renda pienamente conto del suo valore. In tanti diranno “Che bella piazza”, altri noteranno la statua chiedendosi a chi sia dedicata (… a Gioberti), altri ancora noteranno il maestoso palazzo (non uno qualunque) che si affaccia prepotentemente sui passanti, altri come me diranno “Quanto mi piacerebbe avere un appartamento lassù”. Io, qualche anno fa, anzi direi almeno 15 anni fa, ero una di loro.

Piazza Carignano-Palazzo

Oggi la vedo con altri occhi, quelli giusti! In una sola piazza, piccola rispetto alle altre presenti in città, si può, in sole 24 ore, udite, udite: visitare il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, più unico che raro, perché? Perché è il più grande museo di storia italiano, il primo e più importante museo del Risorgimento e l’unico che abbia il titolo di Nazionale e uno dei pochi musei ad essere ospitato all’interno di una Residenza Reale, Palazzo Carignano; degustare il Pinguino, il gelato da passeggio, inventato nella Gelateria Pepino nel lontano 1939; sedersi su una delle tante panchine al centro della piazza, alzare gli occhi al cielo e guardare la targa che recita “Qui è nato il Re Vittorio Emanuele”, immaginare il Museo Egizio custodito dietro ad una delle facciate che danno sulla piazza (grande attesa per l’apertura del nuovo e definitivo allestimento nel 2015), ammirare una delle vetrine della libreria Luxemburg, la più antica di Torino.

Piazza Carignano-gelato

Solo questo? Eh no. La piazza ospita il Ristorante Del Cambio, si quello amato da Cavour, non ditemi che non siete a conoscenza delle abitudini del Conte? Tra una riunione parlamentare e l’altra mentre legiferava sulle sorti della nostra amata Italia, usciva dal Palazzo e dopo pochi passi varcava la soglia di questo famoso ristorante; ancor oggi, al suo interno, una targa ricorda dove lui amava sedersi senza perdere di vista il suo parlamento. Mentre scrivo il ristorante, dopo mesi di chiusura per ristrutturazione locali, ha aperto i battenti con lo chef Baronetto, allievo di Marchesi e “vice” di Cracco. #lamiatorino è così nuovamente sulla bocca, e proprio il caso di dirlo, di tutti!Piazza Carignano-teatro

E se ancora vi rimangono delle forze, non deludetemi, vuoi non assistere ad uno spettacolo in quello che nacque come un teatrino “di famiglia” nobiliare, aperto ogni sera al Principe e ai suoi familiari? Il Teatro Carignano, il più antico di Torino, vi aspetta! Piazza Carignano anche!

Articolo Precedente:
Articolo Successivo:

Scritto da

Pubblicato il: 4 May 2014

Categoria: Percorsi

Letture: 3827

, , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>