MENU
cosseria01

A caccia di Glicini per Torino, un report per chi se li fosse persi…

C’è chi va a caccia di tornadi e chi di Glicini!

Non si vive lo stesso rischio ma qualcosa di molto simile c’è nell’attesa… Bisogna conoscere dove sono ubicati e saperlo in anticipo, monitorarli con l’aiuto di chi abita nei pressi e con sacra pazienza ti aggiorna sul grado di apertura dei fiori. Sapere se sono esposti alla luce del mattino o della sera. Ma tutto questo per i maniaci della foto acchiappa MiPiace come me, gli altri possono andarli ad ammirare e basta.

cosseria98

Torino è generosissima di Glicini, vale la pena fare un tour in Primavera. Quest’anno sono fioriti in anticipo, ma non si pensi che fioriscano tutti nella stessa settimana, macchè… Ci sono quelli precocissimi e gli altri così tardivi da presentarsi già con le foglie. Molto dipende dall’esposizione al sole. Ma un modo per goderseli tutti insieme c’è! Raccogliere le foto e riguardarsele quando sono sfioriti. Il profumo? Se ne avete visitati tanti, avrete ancora la fragranza nel naso.

Siete pronti? Seguitemi.

Uno dei più spettacolari lo si trova percorrendo corso Fiume. Non appena si incrocia via Cosseria lo si scorge in tutta la sua magnificenza a ricoprire l’intera facciata di una palazzina tinteggiata di albicocca. Un bellissimo accostamento col lilla delicato dei fiori. (v. foto sopra)

corso bramante

Il cavalcavia di corso Bramante   notoriamente uno dei siti glicino-spettacolari della città. Purtroppo vittima di una scelta strutturale forse funzionale ma di sicuro abominio. Delle gabbie colorate di lilla (verdi avrebbero fatto meno a pugni) li sovrastano per ora, da quando sono stati drasticamente potati. Per fortuna i Glicini sono delle piovre vegetali, nel giro di qualche anno saranno loro ad ingabbiare le gabbie!

botanico1

botanico

Per vedere quello dell’Orto Botanico bisogna pagare il biglietto d’ingresso o usufruire della Tessera Musei. Ma ne vale sicuramente la pena perchè ricopre quasi tutta la facciata del dipartimento.

cantinerisso2

cantinerisso1

Se volete un vero e proprio tetto lilla sulla testa, nel periodo di fioritura, sedetevi a consumare qualcosa alle Cantine Risso, in corso Casale 79.

crocetta4

crocetta1

Rosa e lilla insieme in un languido accostamento fra Wisteria Sinensis (Glicine) e Cercis Siliquastrum (Albero di Giuda), ai Giardini del Fante l’area pedonale della Crocetta. Se la percorrete in lungo e in largo ne trovate almeno quattro a ricoprire facciate e cancellate.

gropello6

Questo di via Gropello proprio non lo cercavo, mi è comparso al rientro da un tour di Glicini che non avevo fotografato, come a premiarmi della caccia poco fruttifera. Se potete, percorrete questi luoghi in bici, come ho fatto io, diventa tutto più magico oltre che ecologico.

cappuccini2

 E anche questo scorcio di via Ascanio Vittozzi con vista sul Monte dei Cappuccini, mi si è presentato per caso.

santorre1

Un mattino mia sorella mi chiama e mi dice di catapultarmi in via Santorre di SantarosaStava percorrendo corso Casale in autobus e un’occhiata furtiva scovava questa creatura surreale che cerca di impossessarsi della palazzina.

sanmaurizio

Ecco cosa capita a una settimana di distanza, prima tutto lilla e poi mescolato al verde. Questa sciarpa di seta la trovate in corso San Maurizio.

vale2

vale3

Ma poteva mancare il Valentino? Un Glicine si arrampica sulla pergola esterna del ristorante San Giorgio al Borgo Medioevale di fronte al Po. L’altro è in uno degli ingressi del Giardino Roccioso.

medici4

medici

Questo era sicuramente spettacolare qualche anno fa, prima che ristrutturassero la palazzina, ma promette ancora bene. Ha due tronchi giganteschi che non aspettano altro che esprimersi nei prossimi anni, quindi teniamolo d’occhio… È in via Digione angolo via Medici.

valdellatorre2

valdellatorre1

Via Val Della Torre. Sono parecchie le villette in Torino, ammantate dal Glicine. Questa è una delle più belle.

palazzo

Voglio chiudere con Porta Palazzo, sul lato del mercato coperto degli alimentari. Un bel Glicine si adagia sui negozi e fa da quinta alla bella struttura Liberty.

Due cose vi servono per ammirarli, entrambe sporgenti: un’ottica fotografica e un naso. Ringrazio tutte le persone che mi hanno pazientemente assistito nel periodo della fioritura, qualcuno anche scattando foto per me.

 

Scritto da

Pubblicato il: 12 May 2014

Categoria: Percorsi, Scoperte

Letture: 10768

, , , , , , , , , , ,

3 Responses to A caccia di Glicini per Torino, un report per chi se li fosse persi…

  1. Francesca says:

    Bravissima! Le foto splendide…

  2. Bianca Bressy says:

    Stupendi! Non pensavo ci fosse tutto questo viola a Torino:) Farò di sicuro un salto a vederli di persona.

  3. Marina Bertone says:

    Complimenti è un vero piacere fare una “passeggiata” tra i tuoi incantevoli click….ciao, ti auguro una felice giornata…mi hai fatto venire voglia di andare un po’ in girula per Torino a fare qualche foto !
    Marina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>