MENU
1

Il giardino d’inverno di Elisa Talentino.

Un giardino d’inverno sa essere molto speciale, soprattutto se fatto di carta e illustrazioni. La proprietaria si chiama Elisa Talentino, conoscetela con noi, vi sentirete come Mary nel giardino dei misteri.

4

Elisa ci da’ appuntamento da Van Der, galleria torinese in Vanchiglia che ha ospitato la sua mostra Le Jardin d’Hiver (aperta fino al 18 gennaio scorso) e ci racconta la nascita di questo progetto. Ma prima un breve riassunto sul percorso che l’ha portata fino a questa esposizione.

“Dopo gli studi in pittura all’ Accademia di Belle Arti di Torino, ho aperto con un altro grafico, Paolo Berra, il laboratorio Inamorarti, incentrato sulla serigrafia, prima come tecnica utilizzata nella nostra elaborazione artistica, e successivamente su commissione per progetti di comunicazione. Le stampe avvengono in laboratorio, anche per quello che riguarda i miei lavori.”

1

La mostra nasce in collaborazione con Print about me, casa editrice specializzata in micropress, dopo la lettura del libro Il Gioco del Mondo, “leggendo il famoso capitolo sette, una poesia dove trionfa l’amore allo stato più puro. Ho realizzato così le illustrazioni di getto, con l’idea fin da subito di farne un libro.”

Nascono così sette tavole, e successivamente il libro. Il titolo da scegliere non è stato semplice: “In francese le jardin d’hiver è una struttura ottocentesca in vetro e ferro battuto per le piante esotiche, mentre lo stesso termine, in italiano, afferisce più alla serra agricola. Mi è sembrato poi che usare il francese fosse più giusto, perché il romanzo è ambientato a Parigi. Volevo dare l’idea di un luogo accogliente e protetto, dove si possa bere un tè caldo sotto le coperte, quando fuori nevica. E le jardin d’hiver era quel posto.”

Un luogo in cui avviene – sottolinea Elisa – “una sorta di prolungamento della vita: in queste strutture di vetro le piante sopravvivono anche nelle stagioni più fredde. Mi sembrava così che il titolo potesse riassumere il pensiero del libro.”

7

Le tavole esposte sono state dipinte a mano, e con le pellicole delle tavole scansionate si è impaginato il libro, stampato anch’esso a mano, con una tiratura di 250 pezzi.

Anche le illustrazioni sono in vendita: non esistono gli originali, che in questo caso sono le pellicole, e sono in tiratura da 30 a 50 pezzi.

chemise a¦Ç pois elisa talentino

 

 

 

Scritto da

Pubblicato il: 12 February 2014

Categoria: Eventi

Letture: 2489

, , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>