MENU
unnamed (2)

Miss Cake, un angolo lilla (e dolce) a Torino.

Miss Cake è una piccola torteria in Via Baretti 31, un angolo lilla nel cuore di San Salvario, a pochi passi dal verde del Valentino.

unnamed (4)

Qui si respira passione. Passione per la cucina e tanta simpatia, quelle di Simona, la sorridente proprietaria che cucina fin da quando era bambina, muovendo i primi passi nella pasticceria grazie al suo Dolce Forno anni ’80. Una laurea, alcuni anni di lavoro da dipendente e poi la svolta, la realizzazione di un sogno: aprire una torteria.

Miss Cake è un bistrot mignon, molto curato nei dettagli, con pochi tavolini e un gradevole dehors di cui godere nella bella stagione. L’arredamento è minimale e moderno, l’abbinamento di colori – bianco e lilla – è rilassante e ben si addice alla leggerezza di una pasticceria.

unnamed (3)

Da Miss Cake si può andare per una colazione informale, per un brunch domenicale, per la pausa pranzo dall’ufficio o per un the pomeridiano accompagnato da torte o dolcetti. Tutto è realizzato in casa, le materie prime sono fresche e di ottima qualità. Simona è molto attenta agli ingredienti che utilizza nei suoi dolci e nei piatti che propone. I lievitati (pani, pizze e focaccine) sono realizzati esclusivamente con lievito madre di cui lei si prende cura con dedizione. Le materie prime vengono acquistate principalmente da produttori locali, con attenzione al biologico e all’ecosostenibilità.

Se la colazione, con i numerosi dolci tra cui scegliere, è il fiore all’occhiello di questo locale, non di meno a pranzo è possibile gustare piatti saporiti ma leggeri, come il riso venere con ananas e gamberi, tagliolini con zucchine e robiola o ancora fiori di zucca ripieni o ottime verdure grigliate. L’uso sapiente di erbe aromatiche e spezie valorizza le pietanze senza snaturarle. Simona è sempre attenta, nella composizione del menu giornaliero, a proporre piatti equilibrati dal punto di vista nutrizionale.

Da qualche tempo però è il momento del brunch che più caratterizza questo locale e lo fa spiccare in mezzo a tante offerte torinesi.

unnamed

La moda del brunch domenicale è ormai sdoganata e se intendete provare l’emozione di svegliarvi tardi e unire in un solo pasto colazione e pranzo, Miss Cake è il locale più adatto. L’offerta di piatti è eccellente: un ricco buffet dove si trovano le proposte del giorno, sempre con un occhio di riguardo alla stagionalità e alla salute. Si possono gustare ottime uova col bacon, salsicce e patate, come da tradizione, ma anche verdure spadellate, insalatone (per esempio la buonissima Waldorf), torte salate, insalate di riso e di farro, soffici focacce e sorseggiare spremute o caffè americano. Infine, se resta un posticino, è possibile scegliere una porzione di dolce, tra i tanti esposti, tutti davvero buonissimi oltre che belli.

La scelta di ottimi the poi è ampissima, tanto da arredare una intera parete.

Buono il rapporto qualità prezzo. Si pranza con un piatto unico e una bevanda con circa 10€ e il brunch domenicale, davvero abbondante, costa 16 euro tutto incluso.

Da metà giugno inoltre Miss Cake resterà aperto anche a cena nei giorni di venerdì e sabato.

Assolutamente da provare.

 

 

Articolo scritto da Ljuba Davie

“Food Blogger per scherzo, foodaholic per davvero. 
Disordinatamente organizzata, sognatrice oltre il buon senso.
Cerco ancora il mio posto nel mondo e lotto per realizzare i miei pazzi sogni. La cucina è la mia torre d’avorio dove mi rifugio per sfuggire alla stressante frenesia e far nascere dalle mie mani qualcosa di buono e bello.
Mi piace cucinare per gli amici e le persone che amo. Mi piace la primavera ma anche l’autunno, mi piace stupirmi e mi piacciono le persone che sanno emozionarmi. Mi piace la farina e la cioccolata. Tanta cioccolata.”

Scritto da

Pubblicato il: 3 June 2014

Categoria: Assaggi, GuestPost

Letture: 4901

, , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>