MENU
finalisti1

Premio Calvino, il primo lettore.

Italo Calvino tornò a Torino nel 1945. Erano gli anni della ricostruzione politica ed economica del paese e Torino era la città dove movimento operaio e movimento d’idee contribuivano a formare un clima che pareva racchiudere il meglio d’una tradizione e d’una prospettiva d’avvenire. 

Si iscrisse alla facoltà di Lettere, entrò in contatto con Cesare Pavese ed Elio Vittorini che lo introdussero in Einaudi.  Due anni dopo pubblicò con Einaudi il suo primo romanzo, Il sentiero dei nidi di ragno, che gli valse la famosa definizione da parte di Pavese di scoiattolo della penna. Intanto, si stringeva il legame – destinato a durare per tutta la sua vita – con la casa editrice, prima come redattore e responsabile ufficio stampa, poi dirigente,  consulente, direttore di collana.

Io, come molti della mia generazione, ho una possibilità in più di avere rapporti col prossimo – oltre a quella dell’autore (che si può realizzare solo attraverso le opere) e quella dell’individuo (che si realizza nel tran tran della vita quotidiana): cioè sono uno che lavora (oltre che ai propri libri) a far sì che la cultura del suo tempo abbia un volto piuttosto che un altro.

Calvino leggeva, correggeva, annotava. Era esigente, lucido, meticoloso. Sottraeva peso, rimescolava e riordinava, difendeva l’esattezza. Dispensava consigli ad autori noti e a esordienti sconosciuti. Era innanzitutto il primo lettore.

Ho dedicato la maggior parte della mia vita ai libri degli altri, non ai miei.

È proprio quest’immagine di primo lettore che è stata raccolta dal Premio Italo Calvino (PIC). In seguito alla morte di Calvino, nel 1985, Delia Frigessi e alcuni amici dello scrittore (tra i quali Bobbio, Ginzburg, Cases, Mila, Romano, Segre) decidono di dar vita al Premio, aperto agli scrittori esordienti

calvino_Pericoli1

Il vicepresidente del PIC, Mario Marchetti, parla di ascolto, di apertura a voci nuove - chiunque può partecipare con un’opera inedita -.

Il bando esce ogni anno a giugno e scade all’inizio dell’autunno. La sede del PIC viene sommersa da manoscritti (quest’anno si è arrivati a quota 800: tutti riceveranno una scheda di valutazione) che vengono letti, analizzati e discussi da un comitato – onnivoro, come lo era Calvino – di lettura.

Si arriva a selezionare una decina di titoli che vengono inviati a una giuria professionale (scrittori, critici, letterati) che cambia nella composizione ogni anno. Prosegue quello che per Calvino era il momento decisivo della vita letteraria: la lettura.

Il Premio non privilegia alcuno stile o forma o contenuto: vincono qualità e merito. Marchetti sottolinea il fatto che il PIC non vada alla ricerca di un’opera “perfetta”, pronta per la pubblicazione così com’è, ma di qualcosa di più sottile: il valore letterario e narrativo.

La premiazione del vincitore, che si svolge da qualche anno presso il Circolo dei Lettori, è un evento che coinvolge tutti i finalisti che leggono un passo della propria opera.

Brandimarte

Il vincitore della XXVII edizione (2014): Pier Franco Brandimarte con “L’Amalassunta”.

 

giuria1

La giuria della XXVII edizione (2014).

 

I finalisti della XXVII edizione (2014).

I finalisti della XXVII edizione (2014).

 

Il Premio Calvino continua a seguire i suoi autori mediando tra editoria, pubblico e critica. Si creano dei legami forti, racconta Marchetti. Come quello con Francesco Maino, vincitore della XXVI edizione e autore di Cartongesso (Einaudi), che al Salone del Libro ha festeggiato la presentazione del suo libro con una bottiglia di Raboso e una soppressa veneta all’aglio.

 

maino1

Francesco Maino, autore di “Cartongesso” al Salone del Libro 2014.
(Foto di Alessandro Frau)

 

Il PIC è stato il primo lettore di molti autori che si sono affermati in campo editoriale, un lettore speciale che sulle orme di Calvino fiuta, e poi suggerisce una delle tante strade per accogliere una voce autentica.

 

Premio Italo Calvino

Associazione per il Premio Italo Calvino
c/o L’Indice, via Madama Cristina 16
10125 – Torino

http://premiocalvino.it/

Facebook: Premio Italo Calvino

Twitter: Premio Italo Calvino

Scritto da

Pubblicato il: 11 June 2014

Categoria: Eventi

Letture: 3701

, , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>