MENU
o-EVE-ARNOLD-facebook

Un fotografo che era anche una donna – Retrospettiva di Eve Arnold a Palazzo Madama

“Io volevo essere un fotografo che era anche una donna e volevo che il mondo si aprisse davanti alla mia macchina fotografica, volevo usare la mia personalità e il mio istinto femminile per interpretare ciò che fotografavo.”

Inizia con queste parole la mia visita alla retrospettiva di  Eve Arnold, prima fotografa donna ad essere ammessa nel collettivo dellagenzia Magnum fondata da Capa e Cartier- Besson e già ne sono rapitaFino al 27 aprile, la mostra allestita nella splendida cornice della Corte Medievale  di Palazzo Madama ci regala uno sguardo su quel mondo che si è svelato alla sua macchina  fotografica, uno degli eventi da non perdere ne #lamiatorino!

83 fotografie in mostra, in bianco e nero e a colori, ripercorrono le tappe più importanti e significative del suo lavoro di fotografa dal 1950 al 1984.

Eve_Arnold 003

l percorso si snoda attraverso 12 sezioni, tra le prime “Malcom X”  che la scelse personalmente per documentare  la sua appassionata battaglia per i diritti civili.

Ritratti dalla sezione "Malcom x"

Ritratti dalla sezione “Malcom x”

Intenso e delicato il lavoro sulla nascita della sezione “Gli importantissimi primi 5 minuti di un neonato” che rappresenta per Eve una sorta di catarsi per superare la perdita del suo bambino.

Dal 1952 poi, grazie ad un servizio su Marlene Dietrich, la Arnold colleziona successi fotografando le star di Hollywood in momenti privati,  a telecamera spenta, come nel caso di Joan Crawford, immortalata durante una serie di trattamenti di bellezza perché si dimostrasse la sua devozione per il pubblico.

Meravigliose le foto di Marilyn Monroe, icona sulla locandina della mostra e sua amica alla quale dedica 5 volumi, che ci mostrano una Marilyn assorta sul set de “Gli spostati”.

“..è riuscita a sopravvivere sostenuta dalla sua fantasia ma una volta catturata dalla realtà era troppo pesante da sopportare” cit. Eve Arnold su Marilyn Monroe

“..è riuscita a sopravvivere sostenuta dalla sua fantasia ma una volta catturata dalla realtà era troppo pesante da sopportare” cit. Eve Arnold su Marilyn Monroe

Si prosegue con una carrellata di “personalities” che Eve incontra in tutta la sua carriera Clarke Gable, Monica Vitti, Liz Taylor, Silvana Mangano, tutti ritratti da una prospettiva diversa.

Fotografie intime, quasi rubate. Sembra un paradosso visto che si parla di personaggi pubblici, ma l’intimità mi è sembrato il denominatore comune di tutte le foto della mostra e si riesce a cogliere anche nelle foto dai suoi grandi Reportage di Viaggio nelle sezioni “Afghanistan”, “Dietro il velo”“Cina” e “India”.

Accanto ai servizi delle riviste patinate che le consentivano di vivere, Eve si dedica ancora con più passione alla fotografia sociale e documentaristica, riuscendo a visitare luoghi più remoti del pianeta e a documentare la condizione della donna in Afghanistan e nei paesi arabi.

E’ infine tra i primi fotografi americani a cui è concesso il permesso di entrare in Cina negli anni 70 e sicuramente tra le foto che più colpiscono all’interno della mostra c’è la “Donna in pensione” che a divenne poi la copertina del suo libro sul viaggio.

N.d.r. non sono riuscita a fotografarla alla mostra….che faccio vi lascio con la curiosità?ok ok.. la recupero dal Web, la trovate qui sotto accompagnata dal proverbio che la commenta in mostra

Donna in pensione.Gwelin, Cina1979 Da un detto cinese “Una bella donna giovane è una gioia per gli occhi, ma una bella donna anziana è un capolavoro.”

Donna in pensione.Gwelin, Cina1979
Da un detto cinese “Una bella donna giovane è una gioia per gli occhi, ma una bella donna anziana è un capolavoro.”

 

Alla fine del percorso sono felice di conoscere un po’ di più di una donna che lasciato un segno indelebile nella fotografia del xx secolo e che – vissuta fino a 99 anni – risponde a chi le chiede qual’è lo stimolo più grande per il suo lavoro semplicemente così: “Che cosa mi ha spinto e mi ha fatto andare avanti nel corso dei decenni? Qual è stata la forza motrice? Se dovessi usare una parola sola, sarebbe curiosità”.”  

E voi.. non siete curiosi di “conoscerla” ora?

“Eve Arnold, retrospettiva”

Corte Medievale di Palazzo Madama
Piazza Castello, Torino
Dal 15 gennaio al 27 aprile
Orario: da martedì a sabato 10:00 – 18:00, domenica 10:00 – 19:00 (ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)
Chiuso il lunedì

Articolo Precedente:
Articolo Successivo:

Scritto da

Pubblicato il: 14 March 2014

Categoria: Eventi

Letture: 3727

, , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>