MENU
Marco Anfossi copyright

Una Mole di immagini : Parco Dora

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

 

Nella storia di Torino è destino che i terreni riguardanti la zona dell’attuale Parco Dora Spina 3 non ricoprano mai un ruolo banale per finalità anche diametralmente opposte.

A partire dall’inizio del XIX secolo, le particolari caratteristiche morfologiche, in primis la posizione geografica del fiume Dora, favorirono l’insediamento delle più grandi realtà industriali torinesi con la costruzione di imponenti stabilimenti.

Ricordo ancora quando, seduto sul sedile posteriore della macchina guidata da mia madre, mi ritrovavo a fissare per alcuni lunghi attimi le lunghissime pareti di questi grigi edifici che scorrevano lungo il mio finestrino. La mia mente di bambino li paragonava a vecchie e gigantesche navi arenate oppure a balene morenti, non sapendo quanto invece fossero allora importanti per l’economia non solo di Torino ma anche della nostra Nazione.

Questo mio punto di vista deve essere però evidentemente risultato molto simile in coloro che, una volta terminata l’efficienza produttiva di questo polo industriale, si occuparono della riqualificazione del territorio.

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

Con i suoi oltre 450.000 metri quadrati di estensione, questa ex area industriale nel pieno della città è stata felicemente riconvertita in un’originale parco, diventando così luogo ideale per attività sportive e di intrattenimento.

La principale caratteristica che lo rende particolarmente bello nella sua originalità è l’aver saputo fondere armoniosamente tra di loro elementi contrastanti come prati e piante con le strutture portanti caratteristiche dei singoli stabilimenti dismessi.

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

 

Come per causa di una legge del contrappasso, il quartiere che da piccolo vedevo  così grigio, spento ed inquinato è ora diventato un grande polmone verde della città, secondo solo al Parco della Pellerina per ordine di grandezza.

E’ così possibile ora vedere decine di ragazzi praticare diversi sport all’aria aperta, riparati dalla colossale tettoia di strippaggio dello stabilimento Vitali che ospitava la più grande tra le acciaierie del complesso delle Ferriere Fiat.

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

Una lunghissima passerella caratterizza il lotto Ingest, consentendo di passeggiare da un punto di vista sopraelevato ed avere così una piacevole panoramica di buona parte del parco.

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

“Un inferno trasformato in paradiso”, grazie #lamiatorino.

Marco Anfossi copyright

Marco Anfossi copyright

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>