MENU
Piazza Bodoni _panoramica

Una piazza tra le note.

A me è capitato così..camminando di fretta immersa nei miei pensieri mi sono fermata ad ascoltare un pianoforte suonare, e poi un violino.. All’inizio mi sono chiesta come era possibile che nel bel mezzo di una piazza io sentissi una piccola orchestra, poi mi sono accorta di essere in Piazza Bodoni e che quelle erano le piacevolissime prove degli allievi del Conservatorio.

Così finisce che in Piazza Bodoni ci sono tornata spesso, non più di fretta, ma per viverla e scoprirla o semplicemente per sedermi a leggere un libro attorno al monumento del Generale La Marmora, che presidia la piazza dal 1891.

Piazza Bodoni 049

 

A Torino di piazze ce ne sono tante ma questa – riservata ed elegante – è una di quelle che più rispecchiano il carattere della mia Torino e nasconde alcune chicche.

Conservatorio

 

Non tutti sanno che per esempio il Conservatorio Giuseppe Verdi, istituito nel 1936, ospita una preziosa Galleria degli Strumenti Antichi.

Galleria_strumenti

Le 16 vetrine in cui sono esposti gli oltre 130 pezzi della collezione sono tra le aule del Conservatorio al primo piano, perciò se siete fortunati anche la visita alla Galleria sarà accompagnata dalla musica.

I pezzi esposti sono preziose opere della liuteria piemontese fra ’800 e ’900, di celebri costruttori di strumenti a fiato torinesi quali Palanca e Vinatieri, pezzi rari come la spinetta di Abel Adam, datata Torino 1698, un esemplare quasi unico al mondo.

Grazie ad una convenzione di comodato temporaneo tra il Conservatorio e la Fondazione Torino Musei, la Galleria espone, inoltre, 26 strumenti musicali appartenenti al Museo d’Arte Antica.

La Galleria é visitabile gratuitamente inviando un’e-mail alla Direzione del conservatorio all’indirizzo: direzione@conservatoriotorino.eu

Se poi come me oltre ad amare la musica vi perdete ad ammirare le vetrine dei negozi e nelle riviste di moda non potete farvi sfuggire le vetrine della Sartoria Provasoli (non fatevi spaventare dai teschi, il negozio é pieno di tessuti, pizzi e merletti)

Provasoli 002

 

e l’Olfattorio Bar-à-Parfums .

Io ho visitato quest’ultimo perché mi ha sempre incuriosito il nome…mi piaceva l’idea di un bar di profumi.

Olfattorio_1

 Olfattorio_2

Nasce a Torino nel 2000 come show room dedicato ai profumi di nicchia e poi viene replicato a Milano, Roma, Firenze, Bergamo e Bologna.

Se ci fate un salto vi chiederanno che profumo vorreste indossare in base al vostro umore e vi faranno scoprire e “assaporare” alcune delle oltre 200 composizioni profumate internazionali in speciali calici di carta, che conservano il profumo per diversi giorni e che rimarranno a voi come promemoria.

Olfattorio_3

Tutte le case scelte dall’Olfattorio sono caratterizzate dall’uso di materie prime naturali di alta qualità, senza additivi chimici.

Se lo visitate però non dovete perdervi il Museo della Cipria, oltre cento esemplari di piccoli e colorati scrigni studiati per contenerla.

Olfattorio_4

 

Se infine la piazza vi é piaciuta così tanto che volete fermarvi anche a pranzare in uno dei dehor o sotto i portici la scelta non manca tra i diversi bar, il Ristorante Kipling - non solo etnico e con la cucina sempre aperta da mezzogiorno a mezzanotte – e la pizzeria Alla Lettera.

Quest’ultima ha una particolarità che si ricollega alla storia della Piazza.
Alla Lettera nasce nei locali che ospitavano una tipografia, il nome e l’arredamento ne riprendono il concetto.
Il caso vuole ,inoltre, che la piazza sia intitolata proprio al tipografo inventore  di alcuni dei caratteri di stampa più utilizzati al mondo e che al numero 4 della stessa piazza visse Giuseppe Pomba, tipografo a sua volta e fondatore della casa editrice UTET.

Targa dedicata a Giuseppe Pomba

Targa dedicata a Giuseppe Pomba..per trovarla dovete guardare in alto :)

 

E per finire… un bel caffé! Non ci crederete mai ma in uno dei bar attorno alla piazza lo troverete ancora a 80 centesimi.. dove però non ve lo dico, così ci andate e lo scoprite voi!

Scritto da

Pubblicato il: 1 April 2014

Categoria: Percorsi

Letture: 3501

, , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>