MENU

Va dove ti Porta…Palazzo

Porta Palazzo

Porta Palazzo è il mio quartiere, anche se da poco. Lo è diventato perché lì posso trovare tutto quello che voglio: se mi serve un mobile, al Balon lo trovo, se mi serve un cavolfiore, al mercato dei contadini trovo il più buono, se mi serve l’ingrediente più raro del mondo, state tranquilli che tra le bancarelle asiatiche, maghrebine o rumene, lo trovo.

Ma Porta Palazzo non è solo mercato, Porta Palazzo è sempre stato il punto d’approdo dei migranti di tutta Italia e di tutto il Mondo, oltre che un luogo di incontro e scontro con Torino e con i torinesi. La sua vocazione commerciale, multiculturale e accogliente, ha fatto da cornice a decine di iniziative sociali che, nel corso degli ultimi anni, si sono moltiplicate e hanno contribuito a conservarne intatta l’immagine di laboratorio permanente (e forse irripetibile) di espressione, convivenza e tolleranza.

portapalazzo

La prima che incontriamo, camminando da Piazza Palazzo di Città verso Piazza della Repubblica, all’angolo destro con Via Milano, è Spazio ZeroSei. Realizzata all’interno del programma ZeroSei della Compagnia di San Paolo e gestito dal Consorzio Kairos, la “scatola delle buone idee” si propone come un luogo aperto e innovativo, dove i bambini dagli 0 ai 6 anni possono relazionarsi e crescere attraverso laboratori sensoriali studiati dallo staff.

2015-01-30 17.23.37

Proseguendo sul lato destro di Piazza della Repubblica, dopo poche decine di metri, c’è la sede del progetto Porta Palazzo – The Gate, ovvero l’inizio di tutto. Presentato all’Unione Europea nel 1996, The Gate ha fatto proprie le finalità istituzionali legate alla riqualificazione della zona: migliorare la qualità della vita e la percezione del ruolo attivo che i cittadini possono avere nella gestione degli spazi e nella partecipazione alla vita pubblica.

Riprendiamo il giro, attraversiamo Corso Regina e aggiriamo il mercato dei contadini: tra Via Priocca e Via Cottolengo troviamo due realtà molto diverse tra loro ma che hanno messo al centro della propria attività la convivenza: parliamo di “Luoghi Comuni” e di “Numero Zero”.

La residenza temporanea “Luoghi Comuni” di Via Priocca 3 è gestita dal Consorzio Kairos e mette a disposizione, dal 2013, ventisette appartamenti destinati a persone in situazione di emergenza o stress abitativo, lavoratori, studenti, trasfertisti e turisti con possibilità di canone agevolato. L’immobile, di proprietà del Comune di Torino, è stato ristrutturato grazie al programma Housing della Compagnia di San Paolo. Non solo case, ma anche viaggi: su Piazza della Repubblica, infatti, è stata aperta l’agenzia “Viaggi Solidali“.

2015-01-24 17.53.07

Avvicinandoci a Borgo Dora, in Via Cottolengo 4, troviamo “Numero Zero“, ovvero un modo diverso di concepire e vivere il condominio. Con la supervisione dell’Associazione Co-Abitare, otto famiglie hanno deciso di acquistare, ristrutturare e abitare uno stabile d’epoca in situazione di abbandono, gestendolo secondo principi di progettualità condivisa, risparmio energetico e sostenibilità ambientale. Gli spazi comuni allestiti all’interno del co-housing (una terrazza, un salone e una sala polivalente), rappresentano la location ideale per una cena, una festa, o una chiacchiera in compagnia, in totale relax e senza il tradizionale “stress da vicinato”.

2015-01-31 11.50.02

Dulcis in fundo, non possiamo non concludere la nostra passeggiata virtuale con le prelibatezze offerte dai vicoli del Balon. Partiamo con la Gelateria Popolare: non ci poteva essere nome più azzeccato per rendere l’idea dello spirito della bottega di Via Borgo Dora 3: dal 2007 punto di riferimento nel quartiere con la scommessa di proporre prodotti di qualità ad un prezzo competitivo. Il gelato viene prodotto utilizzando esclusivamente materie prime di produttori locali, frutta di stagione proveniente dal vicino mercato e prodotti del commercio equo-solidale. Gelati multicolore e cuore d’oro, perché alcuni dei ragazzi assunti dalla Gelateria seguono progetti di reinserimento sociale e lavorativo.

IMG_20150124_184741

Infine, per deliziare il palato con i migliori prodotti bio o coccolare la nostra pelle con cosmetica naturale, facciamo qualche passo in più e fermiamoci a Casa Agape, in Via Mameli 14, il “biosocial store” che si prende cura di noi con il meglio delle produzioni etiche, sostenibili e di qualità selezionate dagli operatori della Cooperativa Liberitutti. Qualche esempio? Formaggi freschi, zuppe, prodotti veg, caffè, succhi di frutta, pane, grissini, vino birra, cioccolato, saponi, bagnoschiuma…non c’è che l’imbarazzo della scelta per fare un pieno di salute!

2015-01-24 17.46.37

Scritto da

Pubblicato il: 4 March 2015

Categoria: Percorsi, Scoperte

Letture: 4421

, ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>